seguici su

SOLESIENERGIA DI POZZOLI GIULIO . - Unità didattica n° 3

Unità didattica n° 3

NOTA: attività svolta in classe su richiesta. I prezzi riportati sono indicativi e va chiesto uno specifico preventivo di spesa. In alternativa, per attività autonoma, vedere i nostri modelli sperimentali funzionati sulle energie rinnovabili.

 

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 

Unità didattica nell’ambito delle energie rinnovabili – n°3

 

percorso formativo/informativo di realizzazione modelli e strumenti alimentati con energie rinnovabili rivolto alle classi della scuola secondaria e della media superiore.

  

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 

Temi trattati:

 

-                      solare fotovoltaico

-                      solare termico

-                      concentrazione solare

-                      energia eolica

-                      energia muscolare

-                      realizzazione attrezzature, impianti, modelli…

 

 

 

1             OBIETTIVI                                                                                                                                          

 2             TAPPE DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO                                                   

 3             CONTENUTI GENERALI                                                                                                   

 4             METODOLOGIA                                                                                                                

 5             COSTI ED ATTREZZATURE                                                                                                

  

1.      Obiettivi

Con la presente proposta didattica, s'intende dare un fattivo contributo alla fase di diffusione dell’informazione relativa alla conoscenza e allo sfruttamento delle energie rinnovabili.

Si propone un primo avvicinamento alle problematiche in oggetto con un approccio teorico ed una parte di laboratorio costruttivo sperimentale.

Le competenze acquisite resteranno patrimonio dell’allievo e nel caso del docente e della scuola potranno essere fruibili nel corso degli anni da numerosi studenti.

I modelli realizzati resteranno disponibili nella scuola per assolvere al loro compito di trasmissione della conoscenza per via concreta.

E’ possibile che nell’ambito di queste attività si possano realizzare installazioni di maggior impatto che possano assolvere allo stesso tempo un compito d’informazione quanto quello di fornire un servizio alla scuola stessa, per esempio, un piccolo sistema fotovoltaico o di riscaldamento dell’acqua…

 

2. Tappe di realizzazione del progetto

1a fase - Progettazione della struttura e dei temi del progetto

La progettazione richiede la definizione del percorso progettuale dei laboratori o dei percorsi educativi che verranno attivati nella fase successiva, oltre alle finalità e agli esiti attesi. Questo lavoro va fatto in concerto con i docenti, grazie alle cui indicazioni si decideranno contenuti e tempi adatti al gruppo specifico dei ragazzi che si intende coinvolgere nell’operazione. Nel caso specifico sarò necessaria anche una progettazione tecnica delle attrezzature che hanno una certa complessità.

 

2a fase – Implementazione delle azioni : lezioni teoriche e laboratori costruttivi.

In questa fase vi è la realizzazione del percorso educativo e del laboratorio secondo i contenuti specificati al successivo punto 3.

 

3a fase – Valutazione del progetto.

In un momento assembleare conclusivo si tireranno le somme del lavoro svolto nelle due fasi teorica/pratica, la raccolta delle opinioni, impressioni potranno formulare delle eventuali nuove proposte.

 

3 Contenuti generali

- 3.1. introduzione teorica

 

Lettura dell’attuale modello di sviluppo, analisi delle fonti energetiche che ne permettono il funzionamento, analisi delle opportunità e dei punti critici di tale sistema energetico.

Approfondimento degli aspetti relativi alle emissioni, all’inquinamento di aria, acqua e suolo.

Analisi economica dei costi di tali scelte energetiche anche in considerazione del futuro esaurimento del petrolio.

Motivazione del bisogno di passare alle energie rinnovabili iniziando un affiancamento alle energie convenzionali.

Accenni sul sole, fonte unica di tutte le energie sulla terra.

Come si trasmette la luce solare e come si trasforma in energia per la vita sulla terra.

Accenni sui principi fisici e sulle tecnologie con le quali possiamo ottenere energia dal sole, acqua e vento.

Approfondimento di: solare termico per acqua ed aria, trasformazione di luce in energia elettrica (fotovoltaico), forza meccanica ed energia elettrica da vento ed acqua.

Costi degli impianti, normative, leggi ed inventivi.

Conoscenza diretta (toccare con mano) di macchine ed attrezzature per la conversione d’energia rinnovabile.

- 3.2 fase di laboratorio

Progettazione di modelli, attrezzature e giochi ad energia rinnovabile da eseguire in classe.

Attività di laboratorio di costruzione con lavorazione di vari materiali (legno, metallo, plastica, vetro, cavi...).

Prove di funzionamento e misure dei valori ottenuti sotto forma di calore ed energia elettrica.

 

4. Metodologia

Il programma è indirizzato a classi delle medie inferiori e medie superiori ed è modulata secondo le competenze dagli alunni.

Per la teoria è previsto l’utilizzo d’una lezione frontale, uso di p.c e proiettore slide.

Le realizzazioni suggerite per la fase di laboratorio sono indicative; una loro più precisa definizione non può che essere frutto di un lavoro concordato con gli insegnati che faccia emergere interessi e peculiarità dei soggetti coinvolti.

In linea di massima si potranno costruire delle attrezzature specifiche così come integrare (elettrificare) manufatti fatti dai ragazzi nell’attività di tecnica.

Sarà necessario che la scuola disponga di spazi attrezzati ed idonei alla tenuta di laboratori.

In caso di mancanza o carenza di utensileria, essenziale per l’esecuzione del lavoro, il docente provvederà alla loro fornitura per il tempo necessario.

 

5. Costi ed attrezzatura

Considerando che si tratta d’attrezzature bisognose di decine d’ore d’applicazione e per contenere l’incidenza dei costi si propongono un numero indicativo di 16/22 ore di presenza del docente suddivise

nell’attività di teoria, di progettazione, di avvio dei laboratori, di verifica a mezzo percorso e fine percorso.

Si tratterà di valutare caso per caso la quantità e la distribuzione di questo monte ore.

Di conseguenza, i costi indicativi sono i seguenti:

- Modello funzionate applicazioni del fotovoltaico                    =  da 400 a 1.400 Euro

- Essiccatore solare per alimenti                                            =   750 Euro

- Cucina solare per alimenti                                                     =   600 Euro

- Forno solare per alimenti 180°                                             =   650 Euro

- Distillatore solare                                                                   =   650 Euro

- Elettrocyclette, generatore di corrente per accumulo o fonta           =   700 Euro

 

- Ruota a vento                                                                           =   550 Euro

....trattandosi di modelli progettati e realizzati di volta in volta, sono previste altre realizzazioni anche su vostra proposta e richiesta....


 

Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.